L’Associazione Juvenes nasce il 19 settembre 1983 con lo scopo di «promuovere la formazione culturale, civica e religiosa dei giovani organizzando inoltre attività ricreative e fisiche senza alcun scopo di lucro».

Verso la fine degli anni ’90, con la nomina del nuovo presidente Francesco Da Re, sono nate tante delle attività che sono tuttora tra i pilastri della vita associativa (ricordiamo i Giorni del Sole e il Musical). In questa fase l’associazione ha aperto le sue porte alla città acquisendo un ruolo progressivamente più significativo, anche a livello provinciale. Con l’aumento delle attività e del numero di associati, si è presentata la necessità di disporre di uno spazio fisico esclusivo dell’associazione, un luogo che fosse un punto di riferimento, per incontrarsi e discutere l’organizzazione delle attività: è nata così la prima Sala Juvenes. Contestualmente, si è sentita la necessità di avere un logo e uno slogan (“giovani per i giovani”), rimasti invariati fino ad oggi.

Nel 2000 la presidenza è passata a Gianfranco Ferrari; grazie alla sua sensibilità e volontà di rinnovamento, sono nati i progetti di cooperazione internazionale, volti a coinvolgere i giovani in attività di informazione e sostegno a realtà emergenti in aree economicamente depresse: ricordiamo i progetti “Un Pane per Betlemme”, “Una scuola per il Ciad”, “Si tu poti – Insieme per la Moldavia”. In questo periodo nasce la “12 ore non stop”, un giorno di festa denso di attività per far conoscere l’associazione alla città.
Il giorno 12 dicembre 2004, con decreto del Presidente della Giunta Provinciale, la Juvenes viene iscritta all’Albo
Provinciale delle Associazioni di Volontariato. Nel 2009, in seguito ai lavori di ristrutturazione del complesso del Rainerum, viene inaugurata la nuova sede della Juvenes, completamente rinnovata e distribuita su due piani.

Nel 2013 la Juvenes ottiene il riconoscimento della personalità giuridica. Nello stesso anno viene eletto il nuovo presidente, Sebastian Cincelli, e lo staff dell’Associazione si rinnova con l’assunzione di nuovi animatori dipendenti. In questo periodo si cerca di rispondere al meglio ai bisogni delle famiglie, con la nascita del progetto “Il Castello delle Idee”, un insieme strutturato di attività pomeridiane, e l’introduzione di significative novità quali la stampa 3D, la robotica per bambini, e la nuova iniziativa estiva denominata “Juvenes Fun Xperience”.